Devianze digitali

Devianze digitali

La dipendenza da Internet: i sintomi, le tipologie e la terapia (fonte: https://www.istitutobeck.com)

Nel 1995, lo psichiatra americano Ivan Goldberg ha coniato l’espressione “Internet Addiction Disorder” (I.A.D.), prendendo come modello di riferimento il gioco d’azzardo patologico. La dipendenza da Internetviene descritta come “un abuso di questa tecnologia”, con delle conseguenze negative importanti sulla propria vita.

I sintomi della dipendenza da Internet

Goldberg ha descritto i sintomi caratteristici dell’Internet Addiction Disorder:

  • il bisogno di trascorrere in rete un tempo sempre maggiore e di connettersi sempre più spesso, per ottenere soddisfazione
  • la marcata riduzione dell’interesse per ogni altra attività che non riguardi l’uso di Internet
  • se l’abuso viene ridotto o interrotto, la persona sviluppa agitazione, sintomi depressivi e ansiosi, pensieri ossessivi o sogni su quello che sta accadendo in rete
  • l’incapacità di interrompere o tenere sotto controllo l’utilizzo di Internet
  • continuare ad usare il web nonostante la consapevolezza di aver sviluppato dei problemi di ordine sociale, psicologico e fisico (difficoltà del sonno, problemi familiari e coniugali, problemi lavorativi)

Le modificazioni psicologiche e fisiche prodotte nell’individuo che diviene dipendente dalla rete sono:

  • perdita o impoverimento delle relazioni interpersonali
  • modificazioni a carico dell’umore
  • alterazione della percezione del tempo
  • tendenza a sostituire il mondo reale con un luogo virtuale, nel quale si cerca di costruire un proprio mondo personale
  • veri e propri sintomi fisici come tunnel carpale, dolori diffusi al collo e alla schiena, problemi alla vista: essi sono la conseguenza del protrarsi di lunghi periodi di attività in rete in posizioni poco salutari e , di conseguenza, di lunghi periodi di inattività fisica

Da un punto di vista cognitivo – comportamentale, nelle persone che sviluppano una dipendenza da Internet, sono osservabili i seguenti aspetti:

  • pensieri disfunzionali su se stessi e sugli altri
  • sentimenti soggettivi di inadeguatezza, insicurezza, bassa autostima e problemi relazionali
  • disturbi dell’umore, d’ansia e del controllo degli impulsi

Vuoi misurare il tuo grado di dipendenza da Internet?

Accedi al questionario on line.

Il questionario, costituito da 20 quesiti, è la traduzione in italiano del Test sulla dipendenza da Internet (Internet Addiction Test) messo a punto da Kimberley Young, psicologa statunitense che da molti anni si occupa di dipendenza da Internet e che dirige il Center for Internet Addiction Recovery di Bradford (Pennsylvania).
I risultati del test:
• non vanno utilizzati per fare diagnosi;
• non forniscono alcuna raccomandazione da seguire;
• non hanno finalità clinica;
• non sostituisce la consulenza di un professionista.

Chi decide di sottoporsi al questionario sulla dipendenza da Internet lo fa sotto la sua responsabilità. Cosa decide di fare dei risultati è una sua scelta personale.

Ad ogni risposta è associato un punteggio (da 1 a 5); sommando tali punteggi potrete confrontare il vostro risultato ottenuto con la tabella riepilogativa che troverete in fondo al modulo. (il modulo non calcola il punteggio delle risposte)